Caldaie Vaillant: le problematiche più comuni

Le cause del mancato funzionamento di una caldaia possono essere diverse e a volte è difficile riconoscerle. Può verificarsi un malfunzionamento all'impianto in generale, può accadere che i caloriferi non si accendano e che non vi sia produzione di acqua calda sanitaria.

SCOPRI LE CAUSE PIÙ COMUNI DI UNA CALDAIA VAILLANT CHE NON SI ACCENDE

La prima cosa da imparare per una gestione corretta della tua caldaia Vaillant è l'importanza della manutenzione ordinaria per garantire la sicurezza dell'impianto. Programmando la manutenzione regolare della caldaia, tante problematiche legate al funzionamento dell'impianto possono essere evitate. Scopri con i nostri tecnici esperti come riconoscere le problematiche più comuni e contattaci al numero 06.79.32.15.91  per ricevere assistenza rapida e puntuale in tutta Roma e Castelli.

In questa guida

Caldaie Vaillant: problematiche più comuni

Se la tua caldaia mostra un problema e non sei in grado di individuarne l'origine, la seguente lista può essere di grande aiuto per comprendere le possibili cause del malfunzionamento di una caldaia Vaillant. Una volta individuato l'eventuale guasto, rivolgiti ai nostri tecnici esperti e ti forniremo assistenza in tutto il territorio di Roma e dintorni.

La caldaia Vaillant non si accende

Può succedere che la caldaia non parta. Le cause della mancata accensione della caldaia possono essere innumerevoli. Se la caldaia non si accende, come primo step si può controllare il bruciatore, responsabile dell'accensione della fiamma pilota e quindi dell'intero impianto. Se la fiamma è spenta e non si accende è possibile che il bruciatore sia guasto o malfunzionante.

Un'altra causa della mancata accensione della caldaia potrebbe riguardare la condizione delle tubature. Se le tubature deputate allo scarico dei fumi sono ostruite, le caldaie si bloccano per l'impossibilità di espellere gli scarti della combustione, generando un blocco di sicurezza necessario a garantire l'integrità dell'impianto. In questa circostanza, la pulizia dei tubi dovrebbe essere sufficiente a far ripartire l'impianto.

Ma potrebbe anche essere un problema di pressione, che rappresenta uno degli aspetti più importanti nel funzionamento della caldaia. Se la pressione è troppo alta o troppo bassa la caldaia non si accende. Per una buona pressione, i valori dovranno essere compresi tra 1.5 e 2 bar. I parametri della pressione saranno mostrati sul display del barometro posizionato sull'apparecchio.

CLICCA PER SCOPRIRE COME CARICARE ACQUA IN UNA CALDAIA VAILLANT

La caldaia funziona ma i riscaldamenti non si accendono

Se il termostato ambiente rileva una temperatura maggiore di quella impostata il riscaldamento non parte. Può essere necessario sostituire le batterie del cronotermostato, nei casi di cronotermostati alimentati a pile.

Può inoltre succedere che vi sia produzione di acqua calda ma che i termosifoni non si accendano. In questo caso, l'origine del problema potrebbe risiedere nelle valvole a tre vie che potrebbero essere ostruite, danneggiate o da sostituire.

La causa del mancato funzionamento dei termosifoni potrebbe dipendere anche dalla presenza di aria al loro interno, riconoscibile dai fastidiosi e costanti gorgoglii delle tubature. La presenza di aria nei caloriferi si verifica con maggiore frequenza in seguito a periodi di inattività prolungata dei riscaldamenti. Per rimediare al problema basta eliminare l'aria residua mediante le apposite valvole.

La caldaia non produce acqua calda sanitaria

In questo caso, ovvero quando la caldaia è accesa ma non esce acqua calda dai rubinetti, il problema potrebbe essere legato alla presenza di eventuali accumuli di calcare o al possibile guasto della membrana deputata all'apertura della valvola del gas.

Nel primo caso si procederà con un lavaggio chimico dell'apparecchio per eliminare eventuali residui di calcare; nel secondo caso il problema potrebbe essere di natura più tecnica. In entrambe le situazioni si dovrà procedere contattando un tecnico specializzato.

La caldaia perde acqua e la fiamma non parte

Se c'è una perdita visibile nella caldaia, si potrebbe trattare della perforazione di qualche componente da cui deriva il conseguente sgocciolamento. Potrebbe altresì trattarsi dell'ossidazione delle parto metalliche esterne. Solitamente, l'elemento interessato è il vaso di espansione, ovvero il componente che svolge un ruolo di contenimento dei frequenti sbalzi di pressione che possono verificarsi, salvaguardando l'integrità dell'impianto.

La perdita di acqua è uno dei sintomi del malfunzionamento del vaso di espansione. Uno dei guasti più diffusi è quello della membrana del vaso di espansione, che, con il passare del tempo, può usurarsi e rompersi. In questo caso, le perdite fuoriescono dalla parte inferiore della caldaia.

Codici di errore delle caldaie Vaillant

Ogni malfunzionamento, anomalia o guasto che interessa le caldaie Vaillant presenta un corrispondente codice di errore che viene mostrato sul display dell'apparecchio nel momento in cui il problema si verifica. La lista completa dei codici si potrà consultare sul manuale di gestione e manutenzione del modello Vaillant specifico.

Di seguito forniamo la lista dei codici di errore più frequenti delle caldaie con marchio Vaillant:

  • F 00: possibile guasto al sensore della temperatura di mandata a causa di un collegamento saltato o ad un guasto del sensore stesso. Può essersi verificato un corto circuito
  • F 01: problema al sensore di temperatura di ritorno. Potrebbe trattarsi di un guasto al sensore, di un corto circuito o di un'interruzione nel collegamento
  • F 02: problema con il sensore di carica NTC per un difetto interno, o a livello di alimentazione
  • F 03: problema con la sonda NTC per un guasto interno, un corto circuito, un'anomalia o per l'interruzione del collegamento
  • F 10: problema con la sonda della temperatura di mandata per un possibile corto circuito
  • F 11: problema con la sonda di ritorno a causa di un corto circuito o per problemi elettrici generali
  • F12: corto circuito a livello del sensore di carica del bollitore per possibile guasto ala sonda NTC
  • F 13: possibile corto circuito o al sensore di avviamento a caldo oppure alla sonda del bollitore
  • F 20: blocco di sicurezza della caldaia a causa della temperatura troppo alta
  • F 22: spegnimento o blocco di sicurezza a causa della scarsa pressione dell'acqua
  • F 23: blocco di sicurezza a causa di una temperatura eccessiva rilevata
  • F 24: blocco di sicurezza a causa di un innalzamento repentino della temperatura per possibili problemi alla pompa dell'acqua, alla pressione o alla presenza di aria nell'impianto
  • F 25: blocco di sicurezza per fumi di scarico con temperatura troppo alta
  • F 26: malfunzionamento a livello della valvola del gas
  • F 27: blocco di sicurezza a causa di un errore di rilevamento della fiamma
  • F 28: mancata accensione della caldaia per guasti all'avviamento
  • F 29: la caldaia si spegne improvvisamente e non si riaccende a causa di un problema di alimentazione del gas, di alimentazione elettrica o di messa a terra dell'impianto
  • F 56: anomalia del sensore di portata per un possibile guasto della valvola del gas
  • F 63: guasto di natura prettamente elettronica
  • F 73 – F 74: problema di rilevazione della pressione dell'acqua che risulta troppo alta o troppo bassa. L'origine potrebbe essere un corto del sensore o un guasto che deve essere verificato dal tecnico
  • F 76: entrata in funzione della protezione da surriscaldamento dello scambiatore. Potrebbe trattarsi di un guasto del fusibile o dello scambiatore stesso
  • F 78: mancanza di comunicazione verso la centraline da parte del sensore in uscita dell'acqua calda sanitaria
  • F 85: errore di montaggio delle sonde di temperatura di mandata o di ritorno

Cerchi assistenza?

Il nostro Team tecnico è in grado di fornire assistenza tecnica per la risoluzione di qualsiasi malfunzionamento o guasto alle caldaie Vaillant. Siamo attivi su tutto il territorio di Roma e dintorni e abbiamo una grande esperienza in materia di caldaie e di impianti di riscaldamento.

Per richiedere un appuntamento o un intervento di assistenza puoi contattarci al numero 06.79.32.15.91 o compilando il form sottostante.

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI



La Società ITR s.r.l. con sede legale in Ciampino Via Di Morena,7 P.IVA 03965351004 (in seguito, “Titolare”), in qualità di titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 (in seguito, “Codice Privacy”) e dell’art. 13 Regolamento UE n. 2016/679 (in seguito, “GDPR”) che i Suoi dati saranno trattati con le modalità e per le finalità seguenti:

1. Oggetto del Trattamento

Il Titolare tratta i dati personali, identificativi (ad esempio, nome, cognome, ragione sociale, indirizzo, telefono, e-mail, riferimenti bancari e di pagamento) in seguito, “dati personali” o anche “dati” da Lei comunicati in occasione della conclusione di contratti per i servizi del Titolare.



2. Finalità del trattamento

I Suoi dati personali sono trattati:
A) senza il Suo consenso espresso (art. 24 lett. a), b), c) Codice Privacy e art. 6 lett. b), e) GDPR), per le seguenti Finalità di Servizio:
- concludere i contratti per i servizi del Titolare;

- adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti con Lei in essere;

- adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità (come ad esempio in materia di antiriciclaggio);

- esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio;

B) Solo previo Suo specifico e distinto consenso (artt. 23 e 130 Codice Privacy e art. 7 GDPR), per le seguenti Finalità di Marketing:
- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici, newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare e rilevazione del grado di soddisfazione sulla qualità dei servizi;

- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici comunicazioni commerciali e/o promozionali di soggetti terzi (ad esempio, business partner, altre società del Gruppo).


Le segnaliamo che se siete già nostri clienti, potremo inviarLe comunicazioni commerciali relative a servizi e prodotti del Titolare analoghi a quelli di cui ha già usufruito, salvo Suo dissenso (art. 130 c. 4 Codice Privacy).


3. Modalità di trattamento

Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato per mezzo delle operazioni indicate all’art. 4 Codice Privacy e all’art. 4 n. 2) GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione,
modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati. I Suoi dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e/o automatizzato. Il Titolare tratterà i dati personali per il tempo necessario per adempiere alle finalità di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dalla cessazione del rapporto per le Finalità di Servizio e per non oltre 2 anni dalla raccolta dei dati per le Finalità di Marketing.


4. Accesso ai dati

I Suoi dati potranno essere resi accessibili per le finalità di cui all’art. 2.A) e 2.B):
- a dipendenti e collaboratori del Titolare o delle società del Gruppo in Italia e all’estero, nella loro qualità di incaricati e/o responsabili interni del trattamento e/o amministratori di sistema;

- a società terze o altri soggetti che svolgono attività in outsourcing per conto del Titolare, nella loro qualità di responsabili esterni del trattamento.

5. Comunicazione dei dati

Senza la necessità di un espresso consenso (ex art. 24 lett. a), b), d) Codice Privacy e art. 6 lett. b) e c) GDPR), il Titolare potrà comunicare i Suoi dati per le finalità di cui all’art. 2.A) a Organismi di vigilanza (quali IVASS), Autorità giudiziarie, a società di assicurazione per la prestazione di servizi assicurativi, nonché a quei soggetti ai quali la comunicazione sia obbligatoria per legge per l’espletamento delle finalità dette.
Detti soggetti tratteranno i dati nella loro qualità di autonomi titolari del trattamento.
I Suoi dati non saranno diffusi.



6. Trasferimento dati

I dati personali sono conservati su server ubicati presso la nostra sede, in cloud e presso il nostro provider:
2open Web Service Internet Solutions S.r.l. Via Appia Nuova 1083 / 1087 - 00178 Roma.
Resta in ogni caso inteso che il Titolare, ove si rendesse necessario, avrà facoltà di spostare i server anche extra-UE. In tal caso, il Titolare assicura sin d’ora che il trasferimento dei dati extra-UE avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili, previa stipula delle clausole contrattuali standard previste dalla Commissione Europea.



7. Natura del conferimento dei dati e conseguenze del rifiuto di rispondere
Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.A) è obbligatorio. In loro assenza, non potremo garantirLe i Servizi dell’art. 2.A). Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.B) è invece facoltativo. Può quindi decidere di non conferire alcun dato o di negare successivamente la possibilità di trattare dati già forniti: in tal caso, non potrà ricevere newsletter, comunicazioni commerciali e materiale pubblicitario inerenti ai Servizi offerti dal Titolare. Continuerà comunque ad avere diritto ai Servizi di cui all’art. 2.A).



8. Diritti dell’interessato

Nella Sua qualità di interessato, ha i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente i diritti di:

i. ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;

ii. ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5, comma 2 Codice Privacy e art. 3, comma 1, GDPR;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati;

iii. ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

iv. opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, mediante l’uso di sistemi automatizzati di chiamata senza l’intervento di un operatore mediante e-mail e/o mediante modalità di marketing tradizionali mediante telefono e/o posta cartacea. Si fa presente che il diritto di opposizione dell’interessato, esposto al precedente punto b), per finalità di marketing diretto mediante modalità automatizzate si estende a quelle tradizionali e che comunque resta salva la possibilità per l’interessato di esercitare il diritto di opposizione anche solo in parte.
Pertanto, l’interessato può decidere di ricevere solo comunicazioni mediante modalità tradizionali ovvero solo comunicazioni automatizzate oppure nessuna delle due tipologie di comunicazione. Ove applicabili, ha altresì i diritti di cui agli artt. 16-21 GDPR (Diritto di rettifica, diritto all’oblio, diritto di limitazione di trattamento, diritto alla portabilità dei dati, diritto di opposizione), nonché il diritto di reclamo all’Autorità Garante.


9. Modalità di esercizio dei diritti

Potrà in qualsiasi momento esercitare i diritti inviando:

- una raccomandata a.r. a: ITR s.r.l. Via Di Morena,7 - 00043 Ciampino RM;

- una e-mail all’indirizzo: segreteria@itrnet.it


10. Titolare, responsabile e incaricati
Il Titolare del trattamento è ITR s.r.l. con sede legale in Via di Morena, 7 - 00043 Ciampino RM.

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento è custodito presso la sede legale del Titolare del trattamento.

Torna indietro