Come funziona una caldaia a condensazione Vaillant

Nel panorama dei generatori di calore, il progresso tecnologico ha permesso di sfruttare la tecnologia a condensazione che garantisce una significativa riduzione dei consumi, in quanto consente di recuperare una parte dell'energia termica contenuta nei fumi di scarico che altrimenti andrebbe persa. Vediamo insieme ai nostri tecnici autorizzati Vaillant come funziona una caldaia Vaillant a condensazione.

In questa guida

Come funziona una caldaia a condensazione Vaillant

Interno di una caldaia a condensazione Vaillant

Per capire al meglio come funziona una caldaia a condensazione bisogna comprendere il processo di funzionamento delle caldaie convenzionali. Nei generatori di calore tradizionali, il calore che deriva dalla combustione viene utilizzato mediante uno scambiatore che trasferisce l'energia all'impianto di riscaldamento.

Dopo aver attraversato lo scambiatore, i fumi di scarico vengono espulsi all'esterno dalla canna fumaria raggiungendo in breve tempo i 120°C. Durante il processo di combustione degli idrocarburi, le reazioni chimiche che si generano formano acqua. Considerando le alte temperature della combustione, l'acqua si trasforma subito in vapore acqueo, che, in una circostanza di surriscaldamento, fuoriesce dalla canna fumaria togliendo calore all'impianto e riducendo quindi l'apporto di calore generale in casa.

Al contrario, negli apparecchi a condensazione, i fumi di scarico vengono confluiti in un apposito scambiatore che li raffredda. Il processo di condensazione del vapore acqueo contenuto nei gas di scarico libera l'energia termica, detta anche energia o calore latente, che va ad aggiungersi al riscaldamento. La tecnologia a condensazione permette quindi di sfruttare tutto il calore della combustione, senza alcuno spreco.

La tecnologia a condensazione più vantaggiosa è certamente quella che utilizza il gas metano, poiché consente di recuperare circa l'11% dell'energia latente contro il 6% dei combustibili liquidi.
Il calore recuperato dalla combustione viene definito come “potere calorifero”, che può essere inferiore o superiore:

  • il potere calorifero inferiore si riferisce alla quantità di calore impiegabile senza la condensazione dei gas di scarico
  • per potere calorifero superiore si intende tutto il calore impiegabile compresa la parte di calore all'interno del vapore che attraverso la combustione viene dispersa nell'atmosfera

Il potere calorifero inferiore è il parametro che viene utilizzato a livello internazionale per il calcolo del rendimento delle caldaie tradizionali che non permettono di utilizzare il calore latente. Lo stesso vale per le caldaie a condensazione, i cui modelli vengono confrontati sulla base del potere calorifero inferiore. Sfruttando il calore di condensazione, questi apparecchi garantiscono rendimenti superiori al 100%. Le caldaie Vaillant a condensazione raggiungono rendimenti fino al 109%, superiore rispetto al rendimento medio di una caldaia tradizionale (circa 90%).

Le caldaie a condensazione sono tra le più efficienti in termini di risparmio energetico: aumentano l'efficienza dell'impianto e riducono i costi di gestione e le emissioni inquinanti. Come per il riscaldamento, le caldaie a condensazione sono ottime anche per la produzione di acqua calda sanitaria.

Vantaggi di una caldaia a condensazione Vaillant

I vantaggi principali di una caldaia a condensazione Vaillant sono:

  • elevata efficienza energetica
  • significativa riduzione delle emissioni inquinanti e degli sprechi energetici
  • significativa riduzione dei consumi, anche fino al 30% in più rispetto ad una caldaia convenzionale
  • durata nel tempo con manutenzione minima
  • bassi costi di investimento
  • massima flessibilità di ampliamento con l'installazione di pompe di calore, bollitori e collettori solari

Caldaie a condensazione: i vantaggi per l'ambiente

Tra i vantaggi più importanti delle caldaie a condensazione vi sono quelli ambientali. Nello specifico, grazie al sistema di produzione del calore a condensazione, le emissioni inquinanti si riducono drasticamente rispetto a quelle prodotte da una caldaia tradizionale. Il reale vantaggio sta nella presenza del bruciatore pre-miscelazione, che ha il compito di ridurre al minimo il consumo di gas e la dispersione di sostanze nocive nell'ambiente.

Secondo le recenti rilevazioni, l'emissione di Ossidi di Azoto e di Monossido di carbonio proveniente dalle caldaie a condensazione è realmente ridotta. Ma il vantaggio principale sta nell'ottimizzazione dell'energia, dovuta al particolare sistema di combustione di queste caldaie: il composto di aria e gas viene si genera all'interno del “ventilatore”. Questo permette di ottenere prestazioni energetiche elevate ed ottimizzate.

In effetti, il rendimento energetico delle caldaie a condensazione è solitamente superiore rispetto al rendimento di una caldaia tradizionale. Un'efficienza energetica elevata consente di permette di sfruttare al massimo le risorse ambientali, senza alcuno spreco o abuso e soprattutto limitando i consumi. Si stima che, per ogni anno successivo all'installazione di una caldaia a condensazione, sia possibile beneficiare di un risparmio del 35% in bolletta, un vantaggio economico non da poco.

Caldaia a condensazione: come sceglierla

Il mercato delle caldaie a condensazione propone modelli di ogni tipologia con caratteristiche e costi molto diversi. Scegliere la caldaia a condensazione più adatta diviene quindi un'operazione piuttosto complessa che deve tenere conto di varie considerazioni.

La potenza

Per essere adeguata, la caldaia deve avere una potenza ben rapportata alla superficie da coprire, ovvero all'ambiente da scaldare. Ad eccezione delle zone molto rigide, la potenza massima di una caldaia serve prevalentemente per il riscaldamento dell'acqua sanitaria, ad esempio l'acqua della doccia che necessita di una potenza elevata per scaldare in breve tempo una grande quantità di acqua, ma non per quello dell'acqua dell'impianto di riscaldamento che funziona con tempi più lunghi e con una potenza inferiore. Si parte quindi dalle caratteristiche dell'ambiente da riscaldare:

  • se si tratta di ambienti situati in zone particolarmente fredde
  • se l'altezza dell'ambiente è maggiore di 3,5 metri
  • se la zona dell'immobile è soggetta ad importanti escursioni termiche giorno/notte o estate/inverno

Per ognuno di questi fattori, bisognerà calcolare la superficie fino ad individuare il modello rispondente alle caratteristiche dell'immobile da scaldare. Per questa operazione si consiglia di rivolgersi ad una ditta esperta che potrà fornire utili consigli sfruttando le proprie competenze nel campo. I consumi di gas aumentano a seconda della potenza impiegata.

Per questa ragione, le caldaie moderne presentano un modulatore di potenza, ovvero un dispositivo che consente di impiegare solo una parte della potenza massima della caldaia, quella necessaria a portare l'ambiente alla temperatura desiderata. La modulazione automatica della potenza è un aspetto importante da valutare nella scelta della caldaia a condensazione.

Nel caso della modulazione automatica, è la caldaia stessa che controlla costantemente le esigenze ambientali impostate su vari parametri, allo scopo di alzare o ridurre la potenza a seconda delle necessità. Questo si traduce nella riduzione del carburante utilizzato, nonché nell'aumento del rendimento energetico.

Lo scambiatore primario e il vaso di espansione

Lo scambiatore è l'elemento che provvede a catturare il calore generato dalla combustione, per donarlo all'impianto. É solitamente realizzato in due materiali: acciaio inox o leghe di alluminio-silicio. In alcuni modelli, lo scambiatore è pensato e progettato per favorire la pulizia dello stesso, offrendo uno spazio più ampio per la pulizia.

Il vaso di espansione serve invece ad attutire l'effetto dell'aumento di volume dell'acqua in seguito al suo surriscaldamento. L'acqua riscaldata aumenta di volume: questo volume deve essere controllato per evitare l'aumento della pressione che a sua volta potrebbe causare il danneggiamento o la rottura delle tubazioni o di altri elementi.

La funzione antigelo

E' un aspetto importante specialmente per le caldaie che vengono installate all'esterno e in climi particolarmente freddi: evita che la temperatura scenda sotto un limite prestabilito andando a causare gravi malfunzionamenti o danni da componenti gelati.

La funzione dell'acqua comfort preriscaldata

Si tratta di una funzione importante poiché consente di disporre di diversi litri di acqua sanitaria già riscaldata e mantenuta ad una temperatura impostata. In questo modo, all'apertura del rubinetto, l'acqua calda sarà disponibile nell'immediato, senza alcuna attesa.

La centralina

La centralina termo-climatica è un altro elemento importante, soprattutto in termini di risparmi. Queste innovative centraline sono collegate ad una sonda esterna che rileva la temperatura dell'ambiente circostante. In base ala temperatura rilevata, la centralina regola la temperatura di mandata dell'acqua dell'impianto. Più bassa è la temperatura esterna e più alta sarà la temperatura di mandata per avere nell'ambiente la stessa temperatura. Si avrà quindi il massimo rendimento con risparmi annuali notevoli.

Richiedi la nostra consulenza

In materia di caldaie a condensazione Vaillant siamo dei veri esperti. I nostri tecnici sono certificati e autorizzati da Vaillant e possiamo fornire consulenze e assistenza per l'installazione di una caldaia a condensazione Vaillant. Contattaci al numero 06.79.32.15.91 oppure scrivici all'indirizzo segreteria@itrnet.it e risponderemo ad ogni tua richiesta in tempi brevissimi.

Torna indietro