Inserito da Test Test

In questa sezione vogliamo fornirvi una guida che descriva le problematiche più comuni che possono verificarsi nel funzionamento di uno scaldabagno Vaillant. Può accadere, infatti, che lo scaldabagno non si accenda, o che non scaldi l'acqua come dovrebbe.

SCOPRI LE PROBLEMATICHE PIÙ COMUNI DI UNO SCALDABAGNO VAILLANT

Prima di parlare degli eventuali problemi legati al funzionamento dello scaldabagno Vaillant, è bene sottolineare l'importanza di manutenere l'apparecchio periodicamente, affidandone la manutenzione alla ditta installatrice, o al tecnico di fiducia.

Itr Net è un'Azienda attiva nel settore da quasi 40 anni, siamo membri del Vaillant Club e i nostri tecnici sono cortesi e affidabili. Conosciamo i dispositivi Vaillant molto bene e possiamo intervenire risolvendo qualsiasi problematica, anche su apparecchi di altre marche.

 

contatta un tecnico per il pronto intervento scaldabagni

 

In questa guida

Scaldabagno Vaillant non si accende

La mancata accensione dello scaldabagno Vaillant è una delle circostanze anomale più generiche. Cercare di comprendere le cause del mancato avvio dell'apparecchio può risultare difficile, lo scaldabagno potrebbe infatti essere acceso ma le spie potrebbero non funzionare come dovrebbero, facendolo risultare spento. Nella maggior parte dei casi è necessario il ricorso a una diagnosi tecnica che deve essere effettuata da un esperto, ma vogliamo lo stesso fornire delle indicazioni per permetterti di avere la situazione sotto controllo. Le possibili cause della mancata accensione dello scaldabagno sono molteplici, le suddividiamo per la loro natura.

Problemi elettrici

Se esiste qualche anomalia a livello delle componenti elettroniche collegate alla scheda madre (circuiti bruciati), o alla scheda madre stessa, lo scaldabagno potrebbe non accendersi. Il problema potrebbe inoltre interessare le sonde di rilevamento come il flussometro, il pressostato o le sonde di temperatura, oppure il problema potrebbe originarsi a livello di cablaggio dei cavi.

Problemi di combustione

Le problematiche legate alla combustione possono coinvolgere aree quali il circuito del gas, le valvole, le candelette di accensione, il bruciatore e la camera di combustione, che potrebbero subire dei guasti in seguito all'usura o a problematiche esterne. Il tecnico andrà a verificare la corretta pressione del gas o l'eventuale presenza di aria nel circuito, controllando anche lo stato delle valvole del gas e degli elettrodi necessari alla tenuta della fiamma.

Problemi di temperatura

Se la temperatura interna allo scaldabagno è troppo elevata, l'apparecchio non sarà in grado di funzionare come dovrebbe e potrebbe andare il blocco di sicurezza. Il problema potrebbe altresì interessare la sonda della temperatura: se danneggiata, potrebbe falsare il rilevamento della temperatura e mandare il sistema in blocco.

Problemi di scarico fumi

Se lo scaldabagno non riesce a gestire l'espulsione dei fumi, l'apparecchio potrebbe andare in blocco e non accendersi. Il danno può interessare la ventola di espulsione fumi, che potrebbe bloccarsi o bruciarsi, oppure la sonda di temperatura fumi o, ancora, la canna fumaria esterna che potrebbe essere ostruita dalla sporcizia.

Problemi idraulici

Un'altra causa della mancata accensione dello scaldabagno Vaillant è il possibile guasto al circuito idraulico. La pressione idrica dell'impianto deve rimanere entro dei determinati valori, sopra o sotto i quali lo scaldabagno Vaillant si blocca. In città in cui l'acqua è molto dura a causa della presenza di calcio, il calcare potrebbe compromettere l'integrità delle componenti andando a ridurre la pressione idrica e causando il blocco dello scaldabagno.

Scaldabagno Vaillant non scalda acqua

La mancata produzione di acqua calda sanitaria può essere causata da molteplici motivi, ma una buona e costante manutenzione dell'apparecchio riduce di molto le possibilità che questo problema si verifichi. In linea generica, le cause possono riguardare l'alterazione della temperatura dell'acqua, impostata per errore a una temperatura troppo bassa, problemi tecnici legati a eventuali guasti delle componenti interne dovuti alla presenza di calcare, ecc. Si consiglia di provare a spegnere e riaccendere l'apparecchio dopo qualche minuto. Se lo scaldabagno dovesse continuare a dare problemi, è consigliabile contattare un tecnico che possa intervenire tempestivamente.

Scaldabagno Vaillant blocco

Tante possono essere le cause del blocco dello scaldabagno Vaillant e queste dipendono molto dalla tipologia di apparecchio e dalle sue caratteristiche tecniche. Il problema può essere causato dall'attivazione di uno dei sistemi di sicurezza, oppure da problematiche di natura tecnica, o ancora dalla pressione bassa dell'acqua. Il malfunzionamento improvviso può essere gestito anche autonomamente, provando a spegnere lo scaldabagno, avviando una sorta di reset. Prima di intervenire sullo scaldabagno in blocco, però, bisogna leggere attentamente le indicazioni riportate nel libretto delle istruzioni, poiché ogni modello ha le sue caratteristiche.

Scaldabagno Vaillant fiamma pilota si spegne

Nella maggior parte dei casi, alla base dell'incapacità della fiamma di rimanere accesa c'è un problema con la regolazione della potenza del prodotto. Inoltre, se l'apparecchio è rimasto per molto tempo fuori servizio, è probabile che vi sia dell'aria nella tubazione del gas di accensione. Se la fiamma pilota si spegne ripetutamente, è preferibile rivolgersi a un tecnico qualificato per la risoluzione del problema.

Scaldabagno Vaillant perde acqua

In caso di perdita di acqua, il problema con lo scaldabagno è sicuramente di tipo idraulico. Le cause della perdita di acqua dallo scaldabagno possono riguardare il flusso dell'impianto idraulico, che può essere troppo elevato. Tuttavia, il problema potrebbe essere riconducibile anche allo stato delle viti e dei bulloni della resistenza, che potrebbero essersi allentati, oppure della guarnizione. In ogni caso, è meglio non improvvisarsi idraulici e contattare l'assistenza specializzata.

Scaldabagno Vaillant fa rumore

Le cause del rumore dello scaldabagno possono essere molteplici. Se la temperatura è troppo alta, ad esempio, l'apparecchio emetterà un fastidioso rumore finché non verrà regolato nuovamente il termostato. Per i modelli a gas, il problema del rumore potrebbe essere legato allo scarico dei fumi, che potrebbe intasarsi e avere bisogno di un'attenta pulizia. La formazione del calcare nelle componenti interne del dispositivo potrebbe causare rumore poiché l'acqua potrebbe non defluire correttamente. Anche in questo caso, occorre contattare il tecnico e provvedere a un'accurata decalcificazione. Infine, il rumore potrebbe essere provocato dallo stato delle valvole e dei tubi, che potrebbero essersi danneggiati o intasati. La manutenzione ordinaria dello scaldabagno scongiura questo genere di problematiche, poiché mantiene integri gli elementi interni, preservando il funzionamento dell'apparecchio.

Scaldabagno Vaillant non si spegne

Questa problematica è molto rara, ma può verificarsi in un caso particolare, ovvero quando si blocca la valvola dell'acqua e l'apparecchio potrebbe surriscaldarsi. Contattare l'assistenza specializzata Vaillant è la migliore linea di azione.

Scaldabagno Vaillant errore

La famiglia degli scaldabagni Vaillant Mag a gas comprende i modelli TurboMag e OutsideMag. Questi due modelli presentano dei codici di errore che appaiono nel caso in cui si verifichi un guasto o una problematica riguardante il funzionamento dell'apparecchio. Vediamo di seguito i codici di errore relativi ai problemi più comuni di questi due modelli di scaldabgano Vaillant. Per eventuali problematiche riguardanti lo scaldabagno Vaillant AtmoMag, si consiglia di contattare l'assistenza specializzata Vaillant di Itr Net che interviene su tutta Roma e provincia

Codici di errore TurboMag

Lo scaldacqua TurboMag della Vaillant è in grado di rilevare autonomamente eventuali guasti o anomalie, comunicandoli mediante il display e il codice di errore relativo al problema. Tra i codici di errore relativi ai problemi più diffusi del TurboMag vi sono:

  • Codice F03\F05: problema di alimentazione dell'aria comburente che causa lo spegnimento del Turbomag. Bisogna controllare il condotto di alimentazione e il pressostato aria;
  • Codice F04: problemi di ionizzazione a livello degli elettrodi. Questo impedisce l'avvio della fiamma con conseguente problema di avvio dell'apparecchio;
  • Codice F06: problema a livello della temperatura di erogazione dell'acqua. Occorre verificare la sonda NTC, i cablaggi con la scheda madre e la scheda madre stessa;
  • Codice Errore F08: guasto a livello dell'indicatore della temperatura di erogazione del bollitore. Si può effettuare un controllo della sonda NTC che potrebbe essere in corto o scollegata;
  • Codici Errore F11 e F12: errore interno generico di natura elettronica. La scheda madre potrebbe essere scollegata o danneggiata.

Codici di errore OutsideMag

Per quanto riguarda lo scaldacqua Vaillant OutsideMag, alcuni codici di errore di questo modello sono:

  • Codice Errore F00 \ F01 \ F10 \ F11: riguardano tutti la sonda di temperatura NTC che deve essere controllata;
  • Codice Errore F20: la caldaia si è spenta a causa del superamento del limite massimo di temperatura;
  • Codice Errore F27: problema a livello della fiamma di combustione che tende a spegnersi;
  • Codice Errore F28: la caldaia non parte e necessita di un controllo a livello di messa a terra e di distribuzione elettrica;
  • Codice Errore F29: spegnimento della caldaia per problemi legati alla pressione del gas (insufficiente) o a livello di scarico dei fumi (bloccato) o di pressione idrica (insufficiente).

Scaldabagno Vaillant lampeggia blu

Se la spia a LED dello scaldabagno Vaillant GX lampeggia con luce blu, significa che il generatore non riesce a produrre tensione sufficiente per mettere in esercizio l'apparecchio. Nei modelli di scaldabagno Vaillant XI, la spia blu lampeggiante sta a indicare che la tensione della batteria è troppa bassa da non riuscire a garantire la messa in servizio in sicurezza in tempi brevi.

Scaldabagno Vaillant spia rossa

Se lo scaldabagno Vaillant mostra una spia rossa accesa, l'apparecchio è in blocco per un malfunzionamento. In questo caso, la cosa migliore e più sicura da fare è contattare il tecnico di fiducia abilitato.

Cerchi assistenza per lo scaldabagno Vaillant?

Se cerchi assistenza per il tuo scaldabagno Vaillant, Itr Net è la ditta che fa per te. Da quasi 40 anni lavoriamo nel settore della termo-idraulica e conosciamo molto bene i prodotti del marchio Vaillant. Per qualsiasi problematica inerente al funzionamento dello scaldabagno Vaillant e di altre marche, possiamo inviarti i nostri tecnici qualificati, che metteranno la loro esperienza a tua disposizione per risolvere il problema rapidamente.

Contattaci mediante il modulo o consultando la sezione contatti del sito, siamo a tua completa disposizione per qualsiasi informazione o problema sul funzionamento dello scaldabagno.

 

Scaldabagno Vaillant problemi di funzionamento ed errori

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI



La Società ITR s.r.l. con sede legale in Ciampino Via Di Morena,7 P.IVA 03965351004 (in seguito, “Titolare”), in qualità di titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 (in seguito, “Codice Privacy”) e dell’art. 13 Regolamento UE n. 2016/679 (in seguito, “GDPR”) che i Suoi dati saranno trattati con le modalità e per le finalità seguenti:

1. Oggetto del Trattamento

Il Titolare tratta i dati personali, identificativi (ad esempio, nome, cognome, ragione sociale, indirizzo, telefono, e-mail, riferimenti bancari e di pagamento) in seguito, “dati personali” o anche “dati” da Lei comunicati in occasione della conclusione di contratti per i servizi del Titolare.



2. Finalità del trattamento

I Suoi dati personali sono trattati:
A) senza il Suo consenso espresso (art. 24 lett. a), b), c) Codice Privacy e art. 6 lett. b), e) GDPR), per le seguenti Finalità di Servizio:
- concludere i contratti per i servizi del Titolare;

- adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti con Lei in essere;

- adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità (come ad esempio in materia di antiriciclaggio);

- esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio;

B) Solo previo Suo specifico e distinto consenso (artt. 23 e 130 Codice Privacy e art. 7 GDPR), per le seguenti Finalità di Marketing:
- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici, newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare e rilevazione del grado di soddisfazione sulla qualità dei servizi;

- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici comunicazioni commerciali e/o promozionali di soggetti terzi (ad esempio, business partner, altre società del Gruppo).


Le segnaliamo che se siete già nostri clienti, potremo inviarLe comunicazioni commerciali relative a servizi e prodotti del Titolare analoghi a quelli di cui ha già usufruito, salvo Suo dissenso (art. 130 c. 4 Codice Privacy).


3. Modalità di trattamento

Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato per mezzo delle operazioni indicate all’art. 4 Codice Privacy e all’art. 4 n. 2) GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione,
modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati. I Suoi dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e/o automatizzato. Il Titolare tratterà i dati personali per il tempo necessario per adempiere alle finalità di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dalla cessazione del rapporto per le Finalità di Servizio e per non oltre 2 anni dalla raccolta dei dati per le Finalità di Marketing.


4. Accesso ai dati

I Suoi dati potranno essere resi accessibili per le finalità di cui all’art. 2.A) e 2.B):
- a dipendenti e collaboratori del Titolare o delle società del Gruppo in Italia e all’estero, nella loro qualità di incaricati e/o responsabili interni del trattamento e/o amministratori di sistema;

- a società terze o altri soggetti che svolgono attività in outsourcing per conto del Titolare, nella loro qualità di responsabili esterni del trattamento.

5. Comunicazione dei dati

Senza la necessità di un espresso consenso (ex art. 24 lett. a), b), d) Codice Privacy e art. 6 lett. b) e c) GDPR), il Titolare potrà comunicare i Suoi dati per le finalità di cui all’art. 2.A) a Organismi di vigilanza (quali IVASS), Autorità giudiziarie, a società di assicurazione per la prestazione di servizi assicurativi, nonché a quei soggetti ai quali la comunicazione sia obbligatoria per legge per l’espletamento delle finalità dette.
Detti soggetti tratteranno i dati nella loro qualità di autonomi titolari del trattamento.
I Suoi dati non saranno diffusi.



6. Trasferimento dati

I dati personali sono conservati su server ubicati presso la nostra sede, in cloud e presso il nostro provider:
2open Web Service Internet Solutions S.r.l. Via Appia Nuova 1083 / 1087 - 00178 Roma.
Resta in ogni caso inteso che il Titolare, ove si rendesse necessario, avrà facoltà di spostare i server anche extra-UE. In tal caso, il Titolare assicura sin d’ora che il trasferimento dei dati extra-UE avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili, previa stipula delle clausole contrattuali standard previste dalla Commissione Europea.



7. Natura del conferimento dei dati e conseguenze del rifiuto di rispondere
Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.A) è obbligatorio. In loro assenza, non potremo garantirLe i Servizi dell’art. 2.A). Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.B) è invece facoltativo. Può quindi decidere di non conferire alcun dato o di negare successivamente la possibilità di trattare dati già forniti: in tal caso, non potrà ricevere newsletter, comunicazioni commerciali e materiale pubblicitario inerenti ai Servizi offerti dal Titolare. Continuerà comunque ad avere diritto ai Servizi di cui all’art. 2.A).



8. Diritti dell’interessato

Nella Sua qualità di interessato, ha i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente i diritti di:

i. ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;

ii. ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5, comma 2 Codice Privacy e art. 3, comma 1, GDPR;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati;

iii. ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

iv. opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, mediante l’uso di sistemi automatizzati di chiamata senza l’intervento di un operatore mediante e-mail e/o mediante modalità di marketing tradizionali mediante telefono e/o posta cartacea. Si fa presente che il diritto di opposizione dell’interessato, esposto al precedente punto b), per finalità di marketing diretto mediante modalità automatizzate si estende a quelle tradizionali e che comunque resta salva la possibilità per l’interessato di esercitare il diritto di opposizione anche solo in parte.
Pertanto, l’interessato può decidere di ricevere solo comunicazioni mediante modalità tradizionali ovvero solo comunicazioni automatizzate oppure nessuna delle due tipologie di comunicazione. Ove applicabili, ha altresì i diritti di cui agli artt. 16-21 GDPR (Diritto di rettifica, diritto all’oblio, diritto di limitazione di trattamento, diritto alla portabilità dei dati, diritto di opposizione), nonché il diritto di reclamo all’Autorità Garante.


9. Modalità di esercizio dei diritti

Potrà in qualsiasi momento esercitare i diritti inviando:

- una raccomandata a.r. a: ITR s.r.l. Via Di Morena,7 - 00043 Ciampino RM;

- una e-mail all’indirizzo: segreteria@itrnet.it


10. Titolare, responsabile e incaricati
Il Titolare del trattamento è ITR s.r.l. con sede legale in Via di Morena, 7 - 00043 Ciampino RM.

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento è custodito presso la sede legale del Titolare del trattamento.

Torna indietro